la Moto

Contenuti:

1.   Prologo:
2.   Messa a punto:
3.   Contachilometri:
4.   “In Moto”:

     Dall’acquisto alla partenza
     Peparare la moto al lungo Viaggio
     Il registro degli interventi di manutenzione
     Note di viaggio (costo della benzina, pedaggi, accortezze particolari…)



PROLOGO:

“Serena” è un bellissimo esemplare di Honda Transalp 600cc blu del 1991.

Appena entratone in possesso (marzo 2011), la porto subito da Claudio di MOTATO a Milano che la prepara a ciò per cui è destinata. Poche persone al mondo credo conoscano il Transalp meglio di lui.

Oltre al mestiere fatto gli devo moltissimo per le utili chiacchierate fatte durante il lavoro.

MOTATO:

  •  olio MOTUL
  •  filtro aria lavabile K&N
  •  frizione
  •  gioco valvole, sincronizzazione carburatori, candele
  •  revisione freno anteriore

                    

Pronti per il Giro di Prova:

Al giro di prova Milano-Barcellona (successivamente ribattezzato “CRASH-TEST”) succede di tutto: dopo soli pochi km il tachimetro smette di andare, e già alla sosta di Spotorno la moto non parte più…

Dopo due giorni di tentativi, la moto riparte!
Nell’euforia generale rimontiamo in sella per restare nuovamente in panne nei pressi di Aix-en Provance. “Se domani riparte, niente più soste fino a Barcellona!”, e così è stato (o quasi).


Dietro a Placa de Catalunya, nel bel mezzo della protesta degli Indignados, smonto a fondo la moto, e vengono alla luce i problemi nascosti…

Il Transalp ha quasi 20 anni, 27000km ed è in ottimo stato; il suo primo proprietario al momento è ultrasessantenne: se ne deduce che è rimasta abbandonata in un box a lungo. A quel punto viene ritirata da un concessionario che la rimette in sesto in modo a dir poco criminale, giusto quanto basta per venderla. Il secondo proprietario (quello prima di me) è un ragazzo che l’ha tenuta meno di un anno.

Problemi:

  •  la catena ha 2 maglie in più
  •  le centraline sono di diverso tipo
    (MS8 vs MM9)
  •  squarcio nel colletore dell’aria
  • MA SOPRATTUTTO:
  •  i tappi dei carburatori montati al contrario!! (quelli delle valvole a depressione)
Le valvole a depressione! Era questo che causava i problemi di erogazione intermittenti alla moto!
Portare la moto da un meccanico in loco con un problema così bizzarro e intermittente (“vuoti di erogazione ai medi regimi, minimo e massimo invece sono ok, ma succede solo dopo 500km di autostrada “) sarebbe potuto essere veramente frustrante. Ma senza spendere un centesimo, in qualche ora di lavoro (2 gg. effettivi…) ho conosciuto meglio Serena e risolto il problema semplicemente ruotando 2 tappi!



Rientro a casa senza problemi, sistemo (male) la catena, Agata chiude lo squarcio nel collettore dell’aria con del nastro adesivo, completiamo le ultime modifiche alle valigie fai-da-te, fissiamo 2 borse da bici ai paracarene anteriori, un tocco di giallo e partiamo!

Sperando di non avere ulteriori colpi di scena…

2 Comments

Lasciaci il tuo commento...