Equipaggiamento

Conenuti:

1.   Moto Gear:
2.   Outdoor:
3.   Gadgets:

     Abbigliamento moto: in bilico tra comodità e sicurezza
     Vivere all’aria aperta: cosa ci semplifica la vita?
     Le nostre Chicche: pure tu le vorrai!



MOTO GEAR


Caschi:  AGV  Stealth

Famosa marca italiana con un ottimo prezzo per la coppia di caschi: sono comodi e leggeri, forse un po’ rumorosi, tuttavia col senno di poi non so se li ricomprerei. I caschi modulari erano decisamente fuori budget.

Commento: Gli ammennicoli vari delle le prese d’aria non hanno superato i primi mesi, ma il problema più grande resta comunque il visore: quello con l’anti-fog per rovinarlo basta guardarci dentro, ma anche quelli normali non sono tanto più longevi. Mi auguro, per quanto concerne la calotta, che la qualità sia migliore… Ho chiesto chiarimenti alla AGV ma non ho mai ottenuto risposta.
 
costo: 180 €  (la coppia)


Giacche con protezioni:  Acerbis  X-life Jacket

Pagate pochissimo perchè con i colori dell’anno prima, queste giacche in cordura si sono rivelate versatili e resistenti. Dall’imbottita invernale alla versione smanicata da città, queste giacche le indossiamo anche quando usciamo senza moto! Incluse nel prezzo le protezioni in gomma per gomiti, spalle e schiena

Commento: Volevamo una giacca semplice e con un taglio “normale” e siamo soddisfatti. A due anni dall’acquisto sono ancora in ottima forma, unico neo la chiusura dei polsi coi bottoni automatici invece che col velcro da il via libera agli insetti: sono già stato punto 2 volte! Io ho sostituito la protezione in gomma alla schiena con una omologata MTech.
 
costo: 50 €


Jeans tecnici: Bulletproof (Agata) e 4Riders (Thomas)

Comperati a Istanbul, sono dei normali jeans con dei rinforzi di tessuto in kevlar su ginocchia, fianchi e sedere. Si possono indossare in qualunque occasione, non riparano dalle botte ma dalle abrasioni da asfalto.

Commento: Mentre le giacca con le protezioni la puoi togliere appena scendi dalla moto, i pantaloni te li tieni… Esclusi usi estremi questi jeans li considero un ottimo compromesso tra sicurezza e portabilità. Col caldo si soffre un po’ più che con dei jeans normali, ma possono sostituire i vostri “pantaloni invernali”.
 
costo: 70 € ?


Guanti: Spidi / Dainese 

Due paia per me, uno leggero in pelle traforata (Spidi) e uno in gore-tex (Dainese), per Agata un paio di Spidi in pelle con le protezioni sulle nocche. Quando vado in moto posso anche essere in pantaloncini, ma i guanti li indosso sempre.

Commento: Ovviamente i miei Spidi leggeri non hanno avuto vita lunga (1 anno), ma me li sono goduti, mentre gli Spidi di Agata sono durati ben 2 anni prima di… ammuffire ai monsoni tropicali! Al primo inverno ho dovuto recuperare i miei guanti in gore-tex Dainese (+ sottoguanti), ingombranti ma ti salvano la mani. Un consiglio per scegliere la taglia: mettete le dita a L e schiacciate nell’angolo della L, se toccate solo il guanto e non la mano la taglia è piccola e sulle manopole vi troverete scomodi.
 
costo:


Stivali: Forma (Thomas) e Dr.Martins (Agata)

Io ho optato per stivali da moto 100% waterproof, con protezioni per malleolo e tibia: sono un prodotto di qualità superiore. Agata invece ha degli anfibi in pelle alti fin sopra la caviglia.

Commento: Sebbene utilissimi nei mille guadi in Pakistan e India, i miei stivali sono forse sovradimensionati per un viaggio come il mio: puoi portarli solo il moto, e quel giorno che non li indossi non sai proprio dove metterli. Agata invece sembra soddisfatta del suo compromesso.
 
costo: 200 €


Tute antipioggia:  Ferrino  Motion

Siamo partiti con una tuta “1000 miglia” della Suomy, ma noi generalmente se piove ci fermiamo (che fretta abbiamo?)… dunque sono rimasti solo i pantaloni mentre la parte superiore è stata sostituita da un k-way della Ferrino, tascabile e molto più versatile.

Commento: Le tecnicissime giacche da moto impermeabili non ci convincevano: bassa traspirabilità, alto costo; e comunque tu non ti bagni, ma loro si: meglio una tuta antipioggia, puoi indossarla anche come k-way. Le tute Suomy, sebbene a tenuta stagna, erano pesanti e ingombranti, il k-way Ferrino è tascabile e ha le cuciture nastrate.
 
costo: 15 € (con sconto da Fiorelli Sport)


Noi abbiamo fatto ottimi affari al Canella Point a Cormano (MI). Grazie Jessica!


 

OUTDOOR


Tenda:  Quechua  2 seconds II

I fanatici del campeggio rideranno alla nostra scelta, ma la comodità di questa tenda che si apre da sola è impagabile (montarla e smontarla ogni giorno sarebbe stato un incubo!).
Il punto è stato trovare dove metterla sulla moto, vista la sua forma da fresbee gigante… alla fine si è deciso che sotto il sedere di Agata sarebbe stato perfetto.

Commento: Sebbene non apprezzata dai backpackers per la sua forma stravagante, la qualità di fabbricazione è estremamente alta e la tenuta alla pioggia perfetta: se la trasporti con un veicolo è di sicuro la tenda che fa per te. Per 2 persone con i bagagli è ok, ma devo dire che ci vorrebbe proprio qualche presa d’aria in più, perlomeno se prevedi di andarci ai tropici.
 
costo: 45 €
voto:  8       – La ricomprerei.


Zaino:  Tatonka  Barrel S

Non è esattamente uno zaino, ma un borsone impermeabile con estraibili delle ottime bretelle da zaino. Perfetto per l’uso promiscuo moto/backpacking, impermeabile quanto basta è assolutamente indistruttibile!

Commento: E’ di sicuro l’oggetto di cui più siamo soddisfatti tra tutto il nostro equipaggiamento: dopo 2 anni di intemperie, 30000km e 2 continenti, è come nuovo.
 
costo: 80 €
voto: 10     – Eccezzionale!


Sacchi a pelo:  Bertoni  Eclipse

Comperati direttamente dal produttore a Milano, questi caldi e soffici sacchi a pelo in piumino d’oca quando li chiudi si riducono ad occupare uno spazio veramente irrisorio.
Abbiamo optato per 2 sacchi a pelo a “mummia” (per motivi di spazio, costo e calore dissipato) unibili tra di loro, uno con un imbottitura da 100g e l’altro 150g.

Commento: Col senno di poi avremmo preferito i sacchi a pelo normali invece che a mummia (quelli che si aprono completamente e possono essere usati come coperta), e magari qualche grammo di imbottitura in più non guastava… ma noi ci siamo andati sull’Himalaya!
 
costo: 70 €
voto:  8       – Miglior rapporto qualità/prezzo.


Fornello multifuel:  Edelrid  Hexon

Questa marca tedesca propone versioni più economiche dei famosi fornelli multifuel Primus o MSR. Sono fornelli in grado di bruciare quasi qualunque tipo di combustibile liquido, vista l’irreperibilità delle cartucce a gas lontano da casa (la benzina invece si trova assolutamente in ogni angolo del globo, compreso il serbatoio della moto). Se avete sentito parlare dei fornelli ad alcool… dimenticateli: l’alcool puro nella maggior parte del mondo non esiste in commercio, o se si a prezzi folli (come la vodka, per intenderci).

Commento: Vivamente sconsigliato, per risparmiare pochi euro abbiamo un prodotto assolutamente non all’altezza del suo compito (nutrirci quotidianamente!). Oltre a tutta una serie di piccoli difetti di stabilità, il suo problema principale è che gli ugelli si otturano facilmente e irrimediabilmente: se usi un combustibile diverso da benzina o petrolio bianco, quella sarà la tua ultima cena. E i ricambi sono quasi introvabili. Le altre marche hanno studiato diversi ugelli per i diversi tipi di carburante.
 
costo: 130 €
voto:  4        – Per campeggiatori della domenica.


Stoviglie: Gavetta Agesci

E’ la mia gavetta da quando ero un boy-scout… leggera e compatta fa ancora egregiamente il suo mestiere, ma credo sarebbe ora di rinnovarlo con qualcosa di più accessoriato e capiente.
Qualche consiglio?


Tanica acqua:  Sea to Summit  Pack tap (6 litri)

Indispensabile quando si parla di vero campeggio, fa comunque comodo in tutti quei casi in cui non si ha acqua potabile corrente a portata di mano. Il resistente tessuto sintetico esterno racchiude una sacca di materiale argentato per alimenti (come un foglio di alluminio). E’ stato pensato per essere appeso, se lo arrotoli occupa uno spazio veramente ridotto.

Commento: Prima di questa abbiamo provato altre due taniche (un cubo di plastica ripiegabile di marca Coleman) che abbiamo dovuto presto buttare a causa del sapore sempre peggiore dell’acqua. Sebbene questo prodotto risolva definitivamente il problema, il suo rubinetto che funziona solo finchè tieni schiacciato ne impedisce l’uso a mani libere (per es. lavarsi le mani, le pentole, fare la doccia).
 
costo: 30 €
voto:  6       – Perfetto per bere, scomodo per il resto.


Torce elettriche:  Black Diamond  Cosmo

Una volta che le provi la prima volta, delle lampade da testa non puoi più farne a meno. Noi ne abbiamo due, grazie alla luce a LED le batterie ci sono durate oltre un anno (3 batterie AAA).
Abbiamo inoltre una torcia a led mag-lite xl-50, che illumina fino a 150m (potrei montarla sulla moto), e una torcia a dinamo …

Commento: Hanno lavorato bene per oltre 1 anno, poi entrambe hanno iniziato ad avere i contatti intermittenti. Aggiustarle non è stato banale, ma ci si aspettava davvero di più da questa marca e a questo prezzo. La vita delle batterie supera quella dell’oggetto stesso.
 
costo: 30 €
voto:  6       – Alta tecnologia, ma mal confezionata


Noi abbiamo “svaligiato” Gialdini, il paradiso dell’outdoor a Brescia. Grazie Tony per il prezioso supporto aftermarket!


 

GADGETS


Localizzatore GPS: SPOT connect
E’ un “comunicatore satellitare” che permette di registrare la propria posizione GPS e inviarla via satellite sotto forma di sms o email. Oltre che un dispositivo di emergenza è anche un potente mezzo di comunicazione: le persone da te scelte riceveranno un link che li porterà direttamente alla vostra posizione su googleMap, magari assieme ad un messaggio tipo “Guarda che posto incredibile, stanotte dormiamo qui!”… un bel modo per rendere partecipe chi vuoi, no?
Con una manciata euro in più attivi il servizio di soccorso dei “G.I.Joe”: se schiacci l’SOS vengono a prenderti in elicottero. Si si, è tutto vero, ma mentre l’America è quasi tutta coperta, nei continenti più “tosti” si limitano spesso a chiamare le autorità locali per comunicargli le tua situazione… meglio che niente.
Abbiamo anche attivato una assicurazione di evacuazione medica di emergenza sempre con la stessa compagnia: non pagano le cure se non quelle da codice rosso ma ti pagano il trasporto fino ad un ospedale di tua scelta, Italia compresa ovviamente.
Un piccolo oggettino di pochi grammi quasi indistruttibile con molte funzioni, non è una cosa indispensabile, ma se ce l’hai te le godi.

Commento: Il principale difetto è la durata delle batterie: delle centinaia di messaggi promessi noi non siamo mai riusciti a mandarne più di qualche decina. Infatti esigono delle spesso introvabili batterie al litio (pile stilo AA), ma anche con quelle non risolvi. Dunque se lo utilizzerai davvero come dispositivo di emergenza… tieni sempre a portata di mano delle pile di scorta di ottima qualità.
Fantastico per la famiglia, se andassi sull’Everest in solitaria mi affiderei a qualcos’altro.
 
costo: 200€
voto: 7


Antifurto bagagli: PAC SAFE (55 litri)
E’ una sacca a maglie in acciaio con un lucchetto per proteggere dai furti i propri bagagli. In origine è stato pensato per lo zaino, ma noi l’abbiamo trovata perfetta per fissare il Tatonka al portapacchi della moto (persino alla tenda).

Commento: Non lascierei i bagagli sulla moto la notte, di certo non è a prova di scassinatore, ma ti permette per esempio una pausa pranzo senza preoccupazioni. Prezzo alto per l’oggetto in sè, ma la comodità che ne consegue è impagabile.
Ci vuole.
 
costo: 70€
voto: 9


Libro: “Le 1000 e una notte”

E’ la celebre raccolta di racconti, vecchia come il mondo, da Ali Baba alla Lampada di Aladino.
La principessa Shahrazàd, per scampare alla morte che la aspetta al mattino, racconta al sultano suo carnefice una serie interminabile di storie incastonate l’una nell’altra. Per mille e una notte il sultano ascolta rapito la principessa, rimandando la la sua esecuzione…

Commento: Non ci ha davvero tenuto compagnia per 1001 notti, ma sicuro per più di 500 (1 anno e mezzo). Alcune storie intriganti e divertenti (quelle indiane) altre decisamente lunghe e noiose (le persiane), in entrambi i casi, comunque, garantiti sogni di avventure fantastiche!
Ideale quando avete una bimba capricciosa da mettere a letto..
Libro attuale: “Le favole al telefono” di Gianni Rodari
 
costo: 15 €
voto:

Lasciaci il tuo commento...